La nuova moda dei burger vegetariani

DiAriana

La nuova moda dei burger vegetariani

I cambiamenti della cucina italiana si vedono anche nel banco frigo, dove iniziano a moltiplicarsi le alternative alla carne con soluzioni che vanno dalle meno gustose a quelle davvero indistinguibili dal manzo o dal vitello.

Per vegani e non solo

Fino a pochi anni fa a malapena si trovavano prodotti a base di muscolo di grano, tofu o seitan. Oggi questi sono messi pressoché in minoranza da altri prodotti, a volte a base di soia, ma più di frequente senza traccia di questo ingrediente e con risultati a livello di sapore davvero sorprendenti. Merito dell’innovazione del Beyond Burger, nato da una società statunitense che ha rivoluzionato le ricette alla base di un prodotto sempre più consumato e che deve piacere al palato oltre che al metabolismo!

Ingredienti misteriosi? Non sempre

Il Beyond Burger, il suo cugino “Impossible” (visto sempre più spesso nelle catene di fast-food) e altri analoghi hamburger che sembrano di carne ma non lo sono hanno come ingrediente base i piselli, oltre a barbabietola o rapa per dare quel colore di carne rossa. Possiamo rassicurarvi, però: il loro sapore non si sente e l’unica accortezza è evitarli solo se si è fortemente allergici. Per dare l’aspetto “grasso” che rende succulenta la carne si abbonda con gli oli: di colza, di girasole, spesso di cocco. E poi c’è un’alta percentuale di proteine, che rende il prodotto adattissimo anche a chi sta seguendo un’alimentazione a scarso o nullo contenuto di carboidrati (per esempio chi fa palestra).

Altri ingredienti sono misteriosi tanto quanto quelli della leggendaria Coca-Cola e sono alla base di una formula che vanta innumerevoli tentativi di imitazione (riconosceranno la frase i più grandicelli!): rivelarli sarebbe equivalenti a distruggere la propria geniale idea commerciale. Lo capiamo! Rimane il gusto, veramente fenomenale. Il cambiamento della nostra dieta passa anche dalle start-up.

Info sull'autore

Ariana administrator

Lascia una risposta